• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

Area Clienti



  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

ImageSlideShow

  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Cappella cimiteriale
Lunedì 28 Luglio 2008 00:00

Questa Cappella è stata ideata cercando di far esprimere verso l'esterno il contenuto così da fonderlo completamente con il contenente. Tale principio a ben vedere è espresso anche dalla religione cristiano-cattolica che si apre agli altri e all’essere.

Solitamente ci troviamo di fronte a delle cappelle che celano al loro interno, in un luogo protetto e quasi recondito, la dimora dei trapassati; qui invece sono proprio i volumi che ospitano i defunti a  modellare la forma dell’edificio che li accoglie. In tal modo le anime degli estinti della famiglia sono cristianamente unite ed esprimono, attraverso il loro spazio, dei simboli.
La struttura ardita dell’ampio sbalzo è una metafora dell’incomprensibile, del mistero che avvolge il momento del trapasso e la croce che si forma sull’ingresso è la forza della fede che ancor più si esprime nel doloroso momento della scomparsa, celebrando la vita.

L’articolata struttura metallica è resa necessaria dalla presenza del forte sbalzo e dall’unione dei materiali acciaio e marmo; questo scheletro, messo a punto dopo un lungo e certosino lavoro di prova ed affinamento delle sezioni e delle metodologie più diverse, consente ai due materiali di coesistere senza compromettere le forme, perché in grado di assorbire e compensare le loro diverse dilatazioni termiche.

 

immagini